Loading Libanon

« Alle Libanon

  • This Veranstaltung has passed.

La testimonianza come responsabilità civile: la storia di Denise e Lea Garofalo

24. Oktober 2016 @ 14:00 - 16:00

La testimonianza come responsabilità civile: la storia di Denise e Lea Garofalo.
Incontro con Vincenza Rando e Giulia Baruzzo (Libera. Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie).

Lea Garofalo fu uccisa a Milano il 24 novembre 2009 per mano del suo compagno Carlo Cosco e i suoi complici, tutti ‘ndranghetisti. Denise, figlia di Lea e Carlo, al tempo dell’omicidio appena diciasettenne, decide di denunciare il padre e si costituisce testimone al processo contro di lui, difesa dall’avvocato Rando. Il 18 dicembre 2014 la Corte di Cassazione conferma gli ergastoli per gli imputati, tra cui Carlo Cosco.
I processi furono lunghi e subirono numerosi arresti, come quando il Presidente della Corte venne sostituito, e si dovette ricominciare da capo. Un gruppo di studentesse milanesi, nonostante non conoscessero Denise di persona, decise di presenziare a tutte le sedute in Tribunale per accompagnare la ragazza durante il Calvario del processo.
La coscienza civile fu molto scossa dalle vicende delle due donne, e la società si schierò apertamente a sostegno della coraggiosa Denise. Nonostante in sede processuale non venne richiesta l’aggravante mafiosa, Lea viene ricordata il 21 marzo, nella Giornata della memoria e dell’Impegno in ricordo di tutte le vittime innocenti delle mafie.

I TESTIMONI DI GIUSTIZIA
Lea e Denise furono testimoni di giustizia contro la mafia dal 2002 al 2009, quando Lea decise di uscire dal programma di protezione. Il testimone di giustizia è una figura prevista dall’ordinamento giuridico italiano per la quale è previsto un programma di protezione dell’incolumità, in quanto ha deciso di rendere testimonianza contro attività criminali e mafiose. È una figura differente da quella del “collaboratore di giustizia” in quanto, a differenza dei “collaboratori”, il testimone è esterno all’ambiente malavitoso.
Con quale scopo e come è stata istituita la figura del testimone di giustizia? Quali sono le limitazioni e le criticità che affliggono la loro vita? Perché Lea ha deciso di uscire dal programma di protezione previsto per i testimoni?

LIBERA COME PARTE CIVILE
L’associazione Libera. Associazioni, Nomi e Numeri contro le Mafie si costituisce parte civile nei processi contro la criminalità organizzata, in quanto i reati mafiosi vanno a ledere il diritto dello scopo perseguito dall’associazione, ledendole perciò la stessa personalità.
Cosa significa, in pratica, che un’associazione si costituisce parte civile? Qual è il suo ruolo all’interno di un processo, e che valore rappresenta tale presenza in sede processuale?
Oltre a questo, l’Ufficio Legale di Libera fornisce un servizio di tutela e consulenza legale alle vittime di mafia, ai loro familiari e ai testimoni di giustizia.

VINCENZA RANDO: avvocato di Denise e membro dell’Ufficio di presidenza di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.

GIULIA BARUZZO: responsabile della sezione Europa di Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie.L’evento si terrà in italiano ed è aperto al pubblico.

Si consiglia la partecipazione alla proiezione del film Lea di Marco Tullio Giordana, che si terrà domenica 23 ottobre presso il cinema Babylon (Berlin Mitte).

Details

Datum:
24. Oktober 2016
Time:
14:00 - 16:00
Veranstaltungskategorien:
, ,

Venue

Freie Universität – Raum L 116. Silberlaube (Erdgeschoss)
Otto-von-Simson-Straße 26
Berlin, 14195 Germania
Google Karte anzeigen