Chi siamo – e cosa vogliamo

Vogliamo una società democratica aperta.
con buone possibilita' per tutti.

CHI SIAMO

mafianeindanke è una associazione senza scopo di lucro registrata in Germania che, grazie al contributo di tanti volontari, porta avanti il lavoro di informazione e sensibilizzazione sull’infiltrazione della criminalità organizzata e delle culture mafiose nell’economia e nelle strutture sociali. mafianeindanke si impegna per una società più aperta, democratica e più giusta per tutti, libera dalle mafie, dalla corruzione e dal potere delle organizzazioni criminali.

mafianeindanke supporta l’implementazione, in Germania e in Unione Europea, di strumenti migliori, anche culturali, di prevenzione e contrasto alla criminalità organizzata di stampo mafioso.

L’associazione si basa sui valori della trasparenza, giustizia, equità, legalità, cittadinanza attiva, democrazia, solidarietà, responsabilità e memoria. Di seguito le nostre proposte concrete:

Requisiti e proposte

Grazie alla mafianeindanke, in Germania si stanno creando cattedre anche in Germania, analogamente ai tanti esempi delle università italiane. La ricerca in Germania deve affrontare in modo molto più forte e deciso i fenomeni della criminalità organizzata; noi preferiamo un approccio interdisciplinare; dopo tutto, consideriamo la lotta contro la criminalità organizzata come un compito trasversale, un compito che riguarda tutte le parti della società. Ciò si basa sulla convinzione fondamentale che occorre creare una maggiore conoscenza delle attività della criminalità organizzata e dei mezzi e dei metodi utilizzati per combatterla. Una riflessione scientifica su questo approccio è indispensabile, anche per ottenere indicatori affidabili del successo o del fallimento delle misure.

mafianeindanke grazie alla richiesta di un procuratore federale per la criminalità organizzata analogo al procuratore generale federale per il terrorismo. Consideriamo la penetrazione della nostra società e dell’economia da parte della criminalità organizzata come ugualmente pericolosa per la nostra democrazia e libertà.

Nell’ambito del riciclaggio di denaro sporco, mafianeindanke grazie alla richiesta di un migliore controllo dei notai e degli agenti immobiliari e di un follow-up delle iscrizioni nel registro della trasparenza per i pagamenti in contanti di importo superiore a 10.000 euro.

mafianeindanke sostiene i giovani che vogliono lasciare i clan arabi e sta lavorando con il Senato di Berlino su un concetto per questo.

IL NOSTRO CONSIGLIO DIRETTIVO

Sandro Mattioli, Giornalista e scrittore, Presidente

Carmen Romano, Project Manager di educazione civica, Vicepresidentessa

Giulia Norberti, Key Accountant, Vicepresidentessa

Luigino Giustozzi, Responsabile attività extra-scolastiche, Segretario

Max Oliver Schmidt, Assegnista di Ricerca (Post-Doc), Tesoriere

Laura Garavini, fondatrice dell’associazione e oggi senatrice del Parlamento Italiano, è presidente onoraria dell’associazione

Tutto il Direttivo opera su base volontaria.


I NOSTRI GRUPPI

GRUPPO BERLINO

Berlino è la città dove mafianeindanke ha sede legale, ed è anche dove l’associazione ha iniziato a svilupparsi. Fanno parte del team Berlino, che per ora è il più numeroso, alcuni membri del Direttivo e molti giovani studenti e professionisti, ricercatori accademici, pensionati ed esperti di vari temi, dal riciclaggio ai clan arabi, dalla comunicazione alla ricerca. A Berlino si svolgono numerosi incontri dell’associazione e i volontari europei svolgono qui le loro attività. Anche il coordinamento della newsletter avviene da Berlino, con il contributo di tanti volontari da tutta la Germania.


GRUPPO BAVIERA

Il gruppo Monaco è stato il primo nucleo “distaccato” ad attivarsi, e raccoglie oggi numerosi volontari con diversi background: insegnanti, comunicatori, pensionati, studenti, giovani e meno giovani professionisti in diversi settori. Il gruppo è particolarmente attivo sul fronte media e comunicazione, e sull’organizzazione di eventi.


GRUPPO NORDRENO-VESTFALIA

Il gruppo di Colonia è per ora il più giovane, sia per la sua nascita che per l’età anagrafica delle attiviste che lo hanno fondato. E proprio per questo è il più entusiasta e pronto a lanciarsi in nuove attività e iniziative. Le giovani studentesse che stanno portando avanti il gruppo Colonia sono pronte ad accogliere nuovi interessati, per organizzare altri eventi, creare nuove interviste e avviare progetti innovativi.