Statuto


STATUTO DELL’ASSOCIAZIONE “Mafia? Nein danke! e.V.”

Le forme maschili presenti in questo testo valgono ugualmente al femminile

 

      I _ Nome e sede

L’associazione porta il nome “Mafia? Nein danke!” ed ha la sua sede a Berlino.

Essa dopo la registrazione nel registro delle associazioni porterá l’aggiunta “associazione registrata” equivalente nella forma abbreviata a e.V., porterá quindi il nome “Mafia? Nein danke! e.V.”.

L’anno amministrativo dell’associazione sará l’anno solare.

 

      II _  Finalità dell’Associazione

Lassociazione sostiene la prevenzine alla criminalitá nella Repubblica Federale Tedesca ed all’estero secondo il § 52 comma 2 Nr. 20 dell’ordinamento fiscale.

Lassociazione si pone l’obbiettivo, in proseguimento del lavoro dell’iniziativa “Mafia? Nein danke!” di operare per diffondere i valori della legalitá e della tolleranza culturale nella societá tedesca, come pure di sensibilizzare le imprese ad opporsi ai ricatti di mafiosi.

L’associazione non svolge attivitá a fini di lucro; essa persegue finalitá esclusivamente e solo di interesse collettivo e sociale nel senso del capitolo “finalitá con agevolazioni fiscali” dell’ordinamento fiscale senza interessi economici propri.

L’associazione è indipendente da qualsiasi movimento religioso e partitico.

 

      III _ Per la realizzazione delle finalitá dell’Associazione

L’associazione promuove attivitá in Germania rivolte all’opinione pubblica ed alle istituzioni politiche nel senso delle proprie finalitá. In particolare l’Associazione promuove e sostiene direttamente o indirttamente qualsiasi iniziativa, progetto, evento culturale, programma educativo, attivitá che corrispondono ai sensi delle proprie finalitá. Per esempio l’associazione organizza e sostiene discussioni aperte con politici, studiosi, funzionari specializzati, giornalisti e direttamente colpiti sulla presenza nascosta delle organizzazioni mafiose in Germania, in Europa e sui suoi collegamenti internazionali. L’associazione si impegna a promuovere una legislazione unica in Europa contro la mafia.

L’associazione vuole collaborare con altre associazioni nazionali ed internazionali, fondazioni, autoritá, istituzioni che condividono le finalitá dell’associazione, come pure con partiti politici che accolgono ed accettano nel loro programma il tema “pericolo posto dalle organizzazioni mafiose”. Per es. l’associazione organizza insieme a scuole ed universitá attivitá di informazione sul tema della legalitá, corruzzione, illegalitá e sui metodi della mafia.

L’associazione vuole studiare ed analizzare il fenomeno dello sviluppo delle associazioni criminali di stampo mafioso nell’ambito della globalizzazione attraverso la raccolta ed il confronto di dati, esperienze, sentenze, legislazioni etc. per fare opera di informazione. Per es. si apre una pagina internet propria che funzioni da forum per colpiti, vittime ed interessati dove si raccolgono e si possono scambiare informazioni ed esperienze.

L’associazione sostiene chiunque, privati o imprenditori, nel caso siano minacciati da gruppi mafiosi o da singole persone. Ció puó avvenire per es. tramite contatti diretti e discreti con la polizia criminale.

I mezzi dell’associazione debbono essere utilizzati solo per i fini dello statuto.

Secondo il §3 No. 26° EstG (normativa fiscale), i soci ed i membri del presidio possono ricevere una indennitá per spese di rappresentanza se le possibilitá economiche lo permettono.

Non sono ammessi compensi a persone per prestazioni non attinenti alle finalitá dell’associazione come pure non sono ammessi compensi sproporzionatamente alti.

 

      IV _ Membri ed Associati

Possono far parte dell’associazione tutti coloro che ne condividono le finalitá.

Gli aspiranti Associati fanno domanda di adesione secondo l’apposita Modulistica dichiarando, di accettare senza riserve lo statuto dell’associazione.

In merito alle richieste e all´accettazione dei nuovi soci decide il direttivo.

Se l´aspirante socio appartiene già ad altre realtà associative sarà facoltà del direttivo rigettare la domanda o proporre soluzioni alternative se esiste il sospetto di conflitto d’interessi. Le decisioni in materia possono essere respinte presentando entro trenta giorni ricorso all’Assemblea che decide in maniera definitiva e irrevocabile.

Gli associati non devono avere a proprio carico sentenze di condanna o indagini a causa di attività illegali o sospetti di contatti con la criminalità organizzata.

Un socio può essere giudicato indegno dall’assemblea se agisce contro gli interessi dell´associazione.

Gli Associati (con questo termine sono indicati sia i soci fondatori che i soci ordinari) svolgono prevalentemente attività volontaria e non retribuita.

 

      V _ Diritti ed obblighi degli Associati

Tutti gli Associati hanno il diritto/dovere di partecipare alle Assemblee, direttamente o per delega, di svolgere il lavoro preventivamente concordato, di esercitare il diritto di voto, di eleggere le cariche sociali.

Ogni Associato ha diritto a recedere dall’associazione.

Ogni Associato ha diritto a prendere visione e trarre copia dei verbali delle riunioni degli Organi sociali e di tutta la documentazione posta in archivio.

 

      VI _ Termine dell’appartenenza all’Associazione

L’appartenenza termina con l’uscita, esclusione o morte di una persona.

L´uscita avviene al termine di un anno amministrativo con un mese di preavviso, tramite comunicazione scritta indirizzata al direttivo.

Una esclusione avviene se non si paga la quota di iscrizzione nonostante ripetuto avviso nell’arco di un trimestre.

Ogni socio può essere escluso con provvedimento immediato se agisce contro gli interessi dell´associazione o se vi sono altre gravi motivazioni.

 

      VII _ Organi sociali e amministrazione

1) Organi dell’Associazione sono:

      – L’Assemblea;

      – Il direttivo

 

      VIII _ L’Assemblea.

1)  L’Assemblea è costituita da tutti gli Associati

L’Assemblea ordinaria deve essere convocata almeno una volta l’anno.

Le riunioni ordinarie sono convocate dal Presidente o da chi ne fa le veci, con predisposizione dell’ordine del giorno indicante gli argomenti da trattare.

In via straordinaria l’assemblea può essere convocata ogni qual volta il Presidente lo ritenga opportuno, o qualora almeno un quarto dei soci lo richieda.

Spetta all’assemblea ordinaria dei soci:

      – accogliere la relazione annuale e la relazione di cassa,

      – accordare le dimissioni del direttivo,

      – eleggere il nuovo direttivo,

      – eleggere i due controllori di cassa,

      – coordinare le attività dell´Associazione secondo le regole del presente statuto;

      – approvare il bilancio preventivo, nonché quello consuntivo annuale dell´Associazione,

      – autorizzare gli stanziamenti di qualunque genere, se non quelli minuti ed eccezionali, a carico del Presidente e del Tesoriere;

      – prendere le decisioni relative alla modifica dello statuto e allo scioglimento dell´Associazione come pure

      – di escludere i soci incompatibili e di rifiutare le domande inammissibili d’adesione all’associazione.

Le deliberazioni dell’Assemblea sono fatte risultare da appositi verbali.

Il protocollo viene firmato da due membri del presidio.

Gli inviti all’assemblea devono essere fatti con un preavviso di 10 giorni e con la lista dei punti da discutere.

Ogni riunione corretta dell’assemblea è atta a deliberare indipendentemente dal numero di partecipanti. Ogni socio partecipante ha diritto ad un voto.

L’assemblea delibera con una maggioranza semplice. In caso di paritá di voti la domanda viene rifiutata.

 

      IX_  Il Direttivo

Il direttivo è composto dal presidente, da due vicepresidenti, dal segretario, dal tesoriere e dal presidente onorario.

L’associazione viene rappresentata da due componenti del direttivo insieme.

 

      X _ Il Presidente

1) Resta in carica due anni solari e comunque fino alla data delle nuove elezioni.

2) È eletto o squalificato a maggioranza semplice dall’Assemblea.

3) Per essere eletto l’Associato deve aver compiuto la maggiore età.

4) Il presidente è responsabile per:

      a) la conduzione delle attività,

      b) l´attuazione delle decisioni dell´Assemblea

      c) l´amministrazione del patrimonio

      d) la redazione annuale del bilancio progettuale

      e) la redazione del rapporto annuale sulle attività

      f) la convocazione ed il presidio delle riunioni dell’Assemblea

 

      XI _ I due Vicepresidenti

I Vicepresidenti rappresentano il Presidente in sua mancanza ed hanno le medesime attribuzioni e i medesimi poteri.

 

      XII _ Il Tesoriere

Resta in carica due anni solari e comunque fino alla data delle nuove elezioni.

La carica di tesoriere può essere affidata o revocata da parte dell’Assemble a un socio, per elezione a maggioranza assoluta.

Per essere eletto l’Associato deve aver compiuto la maggiore età.

È responsabile della contabilità e dell’ordinaria amministrazione nel corso del suo mandato.

Amministra il patrimonio secondo le delibere dell´Assemblea.

 

      XIII _ Il Segretario

1) Resta in carica due anni solari e comunque fino alla data delle nuove elezioni.

2) È eletto o squalificato a maggioranza semplice dall’Assemblea.

3) Per essere eletto l’Associato deve aver compiuto la maggiore età.

4) Il Segretario è responsabile per la redazione dei protocolli

5) Il Segretario è responsabile per la gestione dei soci.

Il Segretarioe coordina insieme al presidente i diversi gruppi di lavoro e formula ie proposte di programma.

 

      XIV _ Votazione degli Organi sociali

Il voto è:

      Segreto, quando trattasi di deliberazioni riguardanti direttamente o indirettamente gli Aderenti all’associazione;

      Palese, in tutti gli altri casi.

 

      XV _ Patrimonio

1) L’associazione trae le risorse economiche per il funzionamento e lo svolgimento delle proprie attività da:

      a) Quote associative ed eventuali contributi dei soci;

      b) Attività di auto-finanziamento;

      c) Contributi dello Stato, di enti o istituzioni pubbliche nazionali ed internazionali;

      d) Donazioni di privati, associazioni o fondazioni;

      e) Lasciti testamentari;

      f) Attività commerciali saltuarie, non preponderanti rispetto al complesso dell’attività dell’Associazione e comunque finalizzate alla crescita dell’Associazione e al raggiungimento delle sue finalità.

2) I fondi sono depositati presso l’istituto di credito stabilito dal direttivo.

3) Ogni operazione finanziaria è sotto la tutela del Tesoriere.

 

      XVI _ Quota associativa

1) La Quota associativa e la scadenza a carico degli Aderenti è fissata dall’Assemblea. La quota è fissata con votazione a maggioranza semplice.

 

      XVII _ Scioglimento dell’Associazione

1) Lo scioglimento dell´Associazione può essere deliberato dall´Assemblea con la maggioranza di almeno due terzi dei membri, nel corso di due riunioni consecutive.

In caso di scioglimento per qualunque causa, devolverà il patrimonio dell’organizzazione, sentito l’organismo di controllo, all’associazione “Weisser Ring e.V.” associazione non a scopo di lucro a sostegno di vittime di atti criminali e per la prevenzione di reati, Weberstr. 16, 555130 Mainz. Essa deve utilizzare i fondi solo ed esclusivamente per scopi sociali.

Nessun socio ha diritto a pagamento di quote del patrimonio dell’associazione.

 

      XVIII _ Disposizioni Generali

1) Per tutto quanto non è contenuto nel presente statuto o nei regolamenti interni dell’associazione valgono le disposizioni del diritto civile.