Sequestro record – L’Europa inondata di cocaina


Il 2 agosto 2019, la dogana di Amburgo ha annunciato la confisca di 4.500 kg di cocaina avvenuta nel porto della città. Questa è la più grande quantità che sia mai stata confiscata in Germania. La cocaina avrebbe prodotto sul mercato circa 1,4 miliardi di euro. Nella maggior parte dei casi, la sostanza fornita dal Sud America è molto pura, per cui viene allungata dalle tre alle quattro volte prima di venire messa sul mercato. Un grammo di cocaina tagliata costa circa 80 euro per strada.

Il materiale è arrivato in container con forniture di soia ed è stato imballato in borsoni sportivi. Questi contenitori contengono spesso serrature di riserva per i contenitori stessi. Anche prima che i contenitori arrivino “ufficialmente” nel porto, questi vengono aperti dai fornitori di servizi speciali per conto di criminali, le borse sportive vengono rimosse e i contenitori vengono nuovamente fissati con le serrature di ricambio, che sono esattamente duplicati delle serrature originali, in modo che la rimozione delle borse non sia tracciabile. Questa volta, per qualche motivo, la procedura non ha funzionato e la dogana ha scoperto e sequestrato questa immensa quantità di cocaina prima che i criminali potessero procurarsela. Dopo la confisca, la sostanza viene prelevata e solitamente bruciata sotto sorveglianza.

Questa consegna record intercettata dimostra ancora una volta che l’Europa sta vivendo una vera e propria invasione di cocaina. La domanda rimane elevata e l’attuale politica globale antidroga sembra essere inefficace. Ogni giorno il mercato della cocaina fa sì che miliardi di euro di denaro finiscano nelle mani di organizzazioni criminali. Per questo motivo è importante combattere efficacemente il riciclaggio di denaro sporco, perché non sono solo le droghe ad avere un effetto nocivo, ma anche il guadagno economico che queste generano. Al momento si parla di riciclaggio dal valore di miliardi nel settore immobiliare tedesco. È positivo che le misure contro questo fenomeno siano state rafforzate. In questo contesto, tuttavia, è estremamente discutibile il motivo per cui il pagamento di immobili in contanti è ancora consentito. Questo è un invito ai gangster di tutto il mondo ad investire in Germania. Tuttavia, è necessaria una lotta globale contro il riciclaggio di denaro sporco. È da escludere che a tale scopo possano essere utilizzati oggetti di valore come automobili usate e nuove, orologi, opere d’arte e gioielli. Vanno inoltre messi in evidenza i meccanismi complessi del riciclaggio di denaro, come la negoziazione di partecipazioni in società e gli investimenti in strumenti finanziari di protezione come i fondi chiusi e le costruzioni fiduciarie.

Un altro aspetto dell’eccesso di cocaina spesso trascurato è quello del consumatore. Anche i politici di alto livello consumano la sostanza. Tuttavia, le élite sociali non acquistano la droga al mercato di strada, ma in strutture come ristoranti di lusso e altri punti vendita adeguati. Questi contatti tra i narcotrafficanti e i consumatori non favoriscono il perseguimento delle strutture che riforniscono questi clienti. Anche per questo motivo, procuratori politicamente indipendenti in Germania rappresenterebbero un passo importante nella lotta alla criminalità organizzata.

Il motivo per cui un’impresa così immensa come quella di Amburgo è andata male può essere solo ipotizzato in questo momento. Nuovi giocatori stanno attualmente cercando di conquistare un punto d’appoggio nel commercio globale. Resta da vedere se questa circostanza ha qualcosa a che fare con il recente sequestro record. Sarà inoltre interessante scoprire quali sono i finanziatori oggetto di indagine. Perché’ una crisi isolata presa da sola non è molto significativa.