Il Numero Due è stato catturato


Ernesto Fazzalari è stato latitante dal 1996, ora l’ex boss della ‘ndragheta è stato catturato non lontano dal suo paese natio, Taurianova, in una casa sull’Aspromonte. Fazzalari è stato sopraffatto nel sonno dai Carabinieri. Era armato e accompagnato da una donna. Fazzalari è stato condannato nel 1996 per omicidio, traffico di droga, traffico di armi e ovviamente per associazione mafiosa. Anche la sua accompagnatrice è stata arrestata e di fronte al tribunale dovrà rispondere di favoreggiamento personale e di detenzione illecita di armi, dato che ella stessa portava con sé una pistola. Gli investigatori sperano di poter ricostruire, a partire dalle tracce lasciate nella sua abitazione, la rete di supporto dell’ex boss.

Fazzalari era al secondo posto nella lista dei mafiosi super-ricercati in Italia. È uno dei responsabili degli scontri estremamente sanguinosi avvenuti tra diversi Clan nella piana di Gioia Tauro, una zona che a causa del suo porto è di grande interesse per i clan. Durante questa faida, che si è consumata tra gli anni Ottanta e Novanta, sono morti numerosi mafiosi, di cui almeno due per mano di Fazzalari.

La polizia criminale ha stilato una lista con i latitanti più pericolosi. Al momento vi sono registrate sei persone, di cui cinque appartengono a gruppi mafiosi. Il latitante più famoso e numero uno sulla lista è matteo Messina Denaro, il boss di Cosa Nostra. Sebbene la sua rete di sostegno sia stata ben individuata e in certi casi smantellata, è sempre riuscito a sfuggire all’arresto – in parte anche perché gode della protezione di personaggi potenti. Alcuni mesi fa sono state trovate prove che Messina Denaro ha sostenitori (italiani) anche in Germani e Svizzera.