Il dipendente della Volksbank nominato mafioso onorario / la nostra e-mail di protesta


In Germania il fenomeno mafioso viene sempre
più sottovalutato.

Molto spesso riceviamo lettere di persone
indignate che conoscono il pericolo derivante dalla presenza della mafia.

Per questo motivo abbiamo scritto la seguente
e-mail:

Cari membri del Consiglio di Sorveglianza,
caro signor Leson,

mi chiamo Sandro Mattioli, sono il presidente
dell’associazione berlinese mafianeindanke e.V.

Dal 2007 siamo impegnati nella lotta contro i
clan mafiosi e la criminalità organizzata in Germania e in Europa. Siamo nati
come reazione alla strage di Duisburg. In quell’occasione, gli assassini di un
clan della ‘ndrangheta hanno sparato per strada a sei membri di un clan avversario.
Questo evento ha sconvolto molti tedeschi e ha fatto capire loro chiaramente
che cosa sia la mafia, anche in Germania.

Nell’ Aachener Zeitung si legge che Thomas
Leson, direttore di filiale della Volks- und Raiffeisenbank Aachen Region, è
stato nominato Mafioso onorario 2020. A questo proposito, ci troviamo di fronte
ad alcune domande importanti. In che modo la sua funzione in un istituto
finanziario organizzato come cooperativa si integra con la valutazione positiva
della mafia, che lei, signor Leson, sostiene come nuovo mafioso onorario 2020?
Qual è la posizione del suo datore di lavoro sul fatto che lei, anche seppure
scherzosamente, si dichiara di appartenere ad un’organizzazione criminale che
ha sulla coscienza migliaia di persone assassinate, tra cui più di mille
persone innocenti che si trovavano nel posto sbagliato al momento sbagliato, o
che sono state vittime di un errore da parte dei loro assassini? O che sono
stati uccisi da bambini perché l’obiettivo era quello di colpire i loro
genitori? Come conciliate la vostra coscienza con quella di rappresentare una
tale organizzazione criminale i cui membri negano la vita comunitaria e
democratica e sottomettono l’economia legale con l’uso della violenza, delle
intimidazioni e dei ricatti?

Chi avvelena centinaia di persone con rifiuti
tossici scaricati illegalmente? Quanto è compatibile lei, onorevole Leson, con
l’idea di servizio pubblico di una banca se non prende chiaramente le distanze
dall’appartenenza a organizzazioni la cui attività principale è, tra l’altro,
il riciclaggio di denaro sporco, che il suo datore di lavoro è tenuto a
prevenire?

Questa lista potrebbe essere molto più lunga.
Ci aspettiamo una maggiore sensibilità da parte di un’istituzione finanziaria
impegnata per il bene comune e pertanto la invitiamo, onorevole Leson, a
rinunciare a questa iscrizione onoraria con effetto immediato. Sarebbe anche
una buona idea che l’associazione carnevalesca della ‘’Mafia del Musica’’
cambiasse nome. Sarebbe meglio non scegliere un’organizzazione criminale,
perché nessuno penserebbe neanche per scherzo di chiamare un’associazione
Waffen-SS. (E se questo è assolutamente necessario, allora almeno rendetelo
grammaticalmente corretto). Abbiamo pubblicato questa notizia come lettera
aperta sulla nostra homepage e saremmo felici di avere una risposta da parte
vostra e dei vostri datori di lavoro.

Non dobbiamo più banalizzare la criminalità
organizzata in Germania, e purtroppo lei, onorevole Leson, sta dando un
importante contributo in tal senso. Se posso fare un commento personale, non
potrei sopportare di essere accostato a persone che hanno brutalmente fatto
saltare in aria persone oneste e integre come i due procuratori antimafia
Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Hanno ucciso il giudice Pio La Torre per
aver fatto dell’appartenenza alla mafia un reato penale.

Uccisero il quindicenne Giuseppe di Matteo
affinché suo padre, il testimone principale Santino Di Matteo, non collaborasse
più con la polizia. Almeno nove giornalisti sono stati uccisi da clan mafiosi
per il loro lavoro, e molti miei colleghi come Roberto Saviano devono vivere
nella paura costante. Qui potete trovare una lista delle vittime innocenti
della mafia, che viene letta in Italia ogni anno il 21 marzo in molte città:
http://vivi.libera.it/it-ricerca_nomi. Ci vogliono più di 20 minuti per
leggerle i nomi, anche solo velocemente. Non potete approvare tutto questo. Vi
prego di riconsiderare l’accettazione del titolo del ‘’disonore’’ e restituirlo
al mittente. Sentite liberi di contattarmi e vi spiegherò volentieri in
dettaglio tutto ciò che di negativo può significare il titolo di mafioso
onorario, anche in Germania.

Un caro saluto,

Sandro Mattioli

presidente mafianeindanke e.V.